The Logic of Risk
 <i>Edamus, bibamus, </i><i> gaudeamus! </i>
 <i>Edamus, bibamus, </i><i> gaudeamus! </i>
  • © 2020 Pasquale Cirillo 0

Edamus, bibamus, gaudeamus!

Milano

Gli Orti del Belvedere

A Milano i buoni ristoranti di pesce non mancano, ma gli Orti sono uno dei miei preferiti, anche perché trovo che il rapporto qualità-prezzo sia decisamente positivo (e non lesinano sulle porzioni).
I piatti sono gustosi, la presentazione piacevole. La qualità del pesce è molto buona (lo si vede dal pescato del giorno e dalla catalana).
Il locale è carino, il servizio cordiale.
Carta dei vini ok, senza strafare.

Piatto consigliato: Fiore di zucca in tempura con baccalà mantecato, tagliolini con triglia croccante.

Dove: Via Orti 10, 20122 Milano (MI)
Prezzo: €40/60 (business lunch interessante)
Voto: 7.5+/10

Bicerin

Bicerin è un piccolo ma delizioso locale in zona Porta Venezia.
Si tratta di un'enoteca con cucina, dove si mangiano piccoli piatti sfiziosi e gustosi, con ingredienti di buona qualità. Non un vero ristorante, quindi non aspettatevi un menù sconfinato (cosa che poi io non gradisco molto, in genere).
Ottima opzione anche per un aperitivo o un dopocena.
Il servizio è rapido e amichevole.

La carta dei vini è, ovviamente, interessante, anche per la presenza degli orange, che a me piacciono.

Piatto consigliato: il menù varia in continuazione.

Dove: Via Panfilo Castaldi 24, 20124 Milano (MI)
Prezzo: €20/30
Voto: 7+/10

Coke

Milano offre diverse pizzerie di buona qualità, checché ne dicano i diversi campanilismi. Tra queste, a mio avviso, Coke è una delle migliori.
Caratteristica di Coke è la pizza sottilissima, dalla crosta croccante, e dalle farciture di ottima qualità. Il servizio è veloce e cordiale.
È necessario prenotare o la coda è inevitabile.

Piatto consigliato: Pizza con le melanzane.

Dove: Via Pavia10, 20136 Milano (MI)
Prezzo: €10/20
Voto: 7/10

Tokuyoshi

Locale non troppo grande ma ben curato, in una bella zona di Milano (almeno a mio gusto). Servizio preciso e professionale, mais ça va sans dire.
Lo chef è Yoji Tokuyoshi, di origine giapponese, ma di altissima formazione italiana (è stato il secondo di Massimo Bottura). Le sue creazioni sono opere d'arte dall'estetica perfetta: tutto è curato nel minimo dettaglio, a partire dalle ceramiche bellissime. Un vero piacere per gli occhi.
Ma parliamo di quello che conta davvero: il cibo. I sapori sono netti, gli abbinamenti a volte audaci (ma sempre azzeccati), gli intingoli ridotti all'osso. Ogni portata è opulente nel suo essere minimale. Carne e pesce si offrono in egual misura. Davvero un ristorante che merita di essere visitato e goduto.
Carta dei vini più che buona, degna compagna dell'ottimo cibo.

Piatto consigliato: fidatevi del menù Omakase, lasciate fare allo chef (e godetevela).

Dove: Via San Calocero 3, 20123 Milano
Prezzo: €90/150
Voto: 8.5+/10

VUN

Andrea Aprea, lo chef di VUN, è un artista, un virtuoso che combina ricette tradizionali e cucina molecolare.
Ho conosciuto il ristorante quando era ancora una stella Michelin, chiedendomi perché non ne avesse due. Ecco, ora ne ha due, e se le merita tutte.
La cucina guarda alle radici napoletane dello chef, ma si apre a innovazioni che lasciano decisamente a bocca aperta.
La carta dei vini è buona, come ci si aspetterebbe da un posto simile.
L'ambiente è piacevole, ma niente di eccezionale.

Piatto consigliato: Caprese… (un capolavoro, in tutti i sensi).

Dove: Via Silvio Pellico, 3, 20121 Milano (MI)
Prezzo: €130/190
Voto: 9/10

Visiting this website, you accept its policies about cookies and privacy. More details can be found here.